24 febbraio

12P1 abbiamo svolto un lavoro intenso sul vocabolario del capitolo 6. Per casa studiare vocabolario su Quizlet.

P2 la relazione di Ari su Firenze è stata molto interessante, ottimo lavoro! Abbiamo lavorato sul vocabolario del capitolo 12, in molti modi diversi. Abbiamo ascoltato la canzone che ha vinto il premio giovani a Sanremo di Rocco Hunt

Ylläpito: la relazione di Ritva è stata molto interessante, complimenti anche per le bellissime foto! Abbiamo finito il capitolo 4.

Compito per casa: leggete questo brano ne parleremo in classe:

Estate
di Goffredo Parise – I parte

Un giorno di ottobre sul battello Ischia-Capri un
uomo appoggiato al parapetto di prua contro il ven-
to e il sole guardava fisso e senza pensiero il blu del
mare e le spume bianche. Disse: «L’estate è finita»,
la gola si schiuse e non poté più parlare. Allora pen-
sò: «Chissà dove sarà» e rivide accanto a sé su quel-
lo stesso parapetto di prua la moglie che non vede-
va più da molti anni, e come quell’estate la guardò.
Aveva lunghi capelli castani raccolti a coda di
cavallo ma battuti dal vento, un volto ovale timido
e selvatico da suora orientale, cortissimi
shorts bianchi, una camicetta di Madras scolorita, scarpe
da tennis impolverate di rosso sui piedi nudi, pelle
già scura, denti bianchi e forti un po’ convessi
(spesso teneva la bocca schiusa). Aveva diciannove
anni, non parlava quasi mai, si muoveva e cammi-
nava in fretta con confusione e grazia, spesso aveva
fame, sete e sonno. Insieme non avevano molti sol-
di, anzi pochi, ma erano molto felici e molto infe-
lici come succede a quell’età. Litigavano moltissi-
mo, lui la tirava per i capelli per non farle troppo
male, certe volte la prendeva anche per il collo e
stringeva, o le storceva un braccio, lei lo graffiava,
soprattutto dava calci.
Ma quel giorno di quell’estate erano abbastanza
felici arrivando a Capri e lui avrebbe voluto dirle,
vedendola così vestita: «Come sei graziosa» con ve-
ro e imparziale entusiasmo; ma non lo disse per
timidezza, per timore di essere troppo parziale e an-
che perché voleva fare un po’ il duro. Non avendo
molti soldi e anche per gentilezza portarono da so-
li le valige (vecchissime, bellissime, con etichette
Goa, Singapore), salirono con la funicolare, attra-
versarono la piazzetta lei in fretta e con gli occhi
bassi perché qualcuno guardava e arrivarono non
senza fatica ma senza pause alla
Pensione Scalinatella. Nel percorso dalla piazzetta alla pensione lei
sentì il profumo delle bougainvilles e vide il colore
viola e morbido di quel fiore coprire un vecchio
muro: il piccolo naso si arricciò un poco (lei annu-
sava sempre tutto) e non disse nulla.
Il Signor Morgano li accompagnò alla loro stan-
za e spalancò le finestre su una terrazza che guar-
dava la Certosa e il mare. Coltissimo il napoletano
capì dei due giovani sposi tutto quanto c’era da ca-
pire, la natura selvatica ed elegante di lei, il cervel-
lo a conchiglia di lui (che già conosceva), notò con
occhio guizzante il cerchietto d’oro al dito di lei ma
ebbe il genio di dire: «La signorina non conosce
Capri?» Lei intuì il genio del signor Morgano, le
piacque molto quel nome di fata, schiuse le labbra
ridendo e disse: «No». A seguito del signor Morga-
no arrivò un bambino vestito di bianco con un co-
comero in ghiaccio, poi scomparvero senza che nes-
suno li udisse scomparire. La stanza era grande,
bianchissima, con soffitto a volta, lenzuola, copri-
letti, coperte, tutto bianco. Il pavimento era di mat-
tonelle azzurre e su quell’azzurro freddo e lucente
in terrazza c’era un tavolo bianco e due grandi
chaises longues
di vimini dipinte di bianco. Oltre
la terrazza c’erano pini e tamerici di due verdi di-
versi, cupolette bianche, terrazze e giù in fondo, di
là dai salti di roccia, il mare blu.
Sul mare blu un
grande panfilo blu, fermo e ondulante e dietro il pan-
filo un motoscafo bianco in corsa.
Non uscirono subito perché…….
(Parise, 1999)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: